martedì, luglio 14, 2009

Ospitalità a Beppe Grillo

"Il Pd sta sbagliando tutto con Grillo. Ma soprattutto sbagliano a non volerlo iscrivere al partito." dice Antonio Di Pietro.

La domanda nasce spontanea: "Caro Di Pietro, sono giorni che vai dicendo questo. Però ti guardi bene dall'accattartelo. Come mai?"

5 commenti:

Elly ha detto...

Eh, vero... me lo sono chiesto anche io. Infondo due giustizialisti ci starebbero bene messi insieme...

Luca ha detto...

Il problema sarà decidere chi farà la donna

Luca Borsetta, un italiano ha detto...

il problema è che DiPietro non prende abbastanza voti ed è pur sempre il secondo partito dell'opposizione. Se Grillo riuscisse ad entrare nel PD sarebbe un vero colpo gobbo.

Polìscor ha detto...

Luca, ammettiamo per un attimo che Grillo venga fatto "entrare" nel Pd: per chi sarebbe "un colpo gobbo"? Per Di Pietro? Per il Pd?
Sinceramente, da qualsiasi parte tenti di guardarla, la cosa mi pare perdente: Di Pietro è da sempre stato "affiliato" a Grillo, se quest'ultimo porta la sua dote di voti al Pd che vantaggio ha? Il Pd ha un disperato bisogno di governance, di autorevolezza in senso maggioritario e riformista, deve sapersi presentare come forza di governo: credi veramente che Grillo incarni tutto ciò?

G ha detto...

Il problema n. 1 per Di Pietro, per Grillo e anche per il PD, in questo momento è far fuori Berlusconi. Lo sanno bene che finchè c'è il Cav non c'è trippa per gatti. Se riuscissero nel loro intento si scompaginerebbe tutta la politica italiana ed è da questo ipotetico momento che sperano di avere le chance di governo. Ma mi sa che il Cav, che ha imparato la lezione di come si ci muove nel teatrino della politica meglio di chiunque altro, è molto più furbo di Di Pietro, di Grillo e tutti i piddini messi insieme.